Consigli e strategie per investire in Azioni con il Trading online

Quando si procede con l’investimento in azioni solitamente si parla di strategie a breve termine e di strategie a lungo termine.

Nel primo caso, ovvero quando abbiamo a che fare con una strategia a breve termine, le azioni non sono tenute per tanto tempo.
Possiamo fare l’esempio con la strategia di Day Trading, dove è necessario concludere la vendita delle proprie azioni prima della fine della sessione.

Per ottenere il massimo rendimento in questo breve lasso di tempo è bene utilizzare, ad esempio nel caso del trading CFD, la Leva Finanziaria. Se questa la si ritiene rischiosa si consiglia comunque di investire delle somme elevate per cavare dei buoni profitti.

Si raccomanda di non puntare troppo in alto perché si potrebbe correre il rischio di non raggiungerlo in tempo e di incorrere in una variazione ribassista prima della chiusa della posizione sulla quale si sta investendo.

Quando si parla invece di investimento che rimane aperto alcuni giorni, le azioni vengono mantenute il tempo necessario per arrivare a ottenere il massimo rendimento. In questo caso è appropriato impostare in modo corretto ad esempio lo Stop Loss. In questo modo la posizione, in base alla vostra impostazione, verrà chiusa al momento giusto. Eviterete così, in caso di esito negativo, di subire forti perdite.

Il discorso cambia nel momento che si parla di strategie a lungo termine.

Per quanto tempo si possono mantenere aperte le proprie posizioni?

Quando si mette in atto questo tipo di strategia è bene tenere in considerazione il fatto che ci potrebbe essere un’inversione temporanea nella direzione del prezzo dell’azione sulla quale state investendo.

Queste variazioni non devono necessariamente obbligare la chiusura delle posizioni prima dell’ottenimento del proprio obiettivo.

Anche con le strategie a lungo termine è possibile impostare gli strumenti come lo Stop Loss e il Take Profit, in modo tale da proteggere i propri investimenti e allo stesso tempo trarne maggiore guadagno.

Pur utilizzando questi strumenti è sempre bene avere sul proprio conto un capitale idoneo da coprire eventuali perdite.

Per ottenere maggiori informazioni sul trading in azioni vi consigliamo la lettura di un’ottima guida realizzata da un trader professionista sul sito web www.bassilo.it al seguente link: https://www.bassilo.it/trading-azioni/

Detto questo vi parliamo ora delle vendite delle proprie azioni.

Quando vanno vendute?

Iniziamo con il dire che solitamente chiunque effettua degli investimenti si prefigge un obiettivo da raggiungere. Però nel corso dell’operazione possono accadere dei fatti che spingono il trader a rivedere le proprie azioni, ad esempio rivendendole.

Può succedere il caso che il valore delle azioni che si stanno seguendo subiscano un ribasso, in questa circostanza è meglio non aspettare e quindi si procede con la chiusura della propria posizione. Dunque in questo modo non si corre il rischio di perdere altro denaro.

Se pensate che tutto questo sia complicato non vi dovete preoccupare perché ogni broker online mette a disposizione piattaforme di trading nelle quali potete trovare ogni strumento di supporto come i grafici. Questi sono utili per effettuare l’analisi tecnica, dove analizzando determinati indicatori si può vedere bene l’andamento del valore dell’azione che si sta seguendo e quindi da il vantaggio di poter agire tempestivamente sui propri investimenti.

Oggi ci sono molti broker professionali che mettono a disposizione gratuitamente ogni tipo di strumento e servizio. Ci sono anche indicatori di analisi tecnica per il trading online a pagamento, sta a voi valutare, in base anche alle proprie possibilità economiche, se si tratta di una buona occasione oppure no. L’importante è che questi servizi vengano offerti sempre da società regolamentate e certificate, se no si può andare incontro al rischio di perdere i propri soldi investiti.

Un altro modo per rimanere aggiornati sulle proprie azioni è quello di seguire l’attualità economica di quella specifica azienda. Ci sono notizie che una volta pubblicate potrebbero causare ad esempio dei rischi, quindi risulta essere più conveniente vendere immediatamente le proprie azioni.