Cosa sono i CFD

Per chi si avvicina al trading online è doveroso comprendere cosa sono i CFD e come utilizzarli. I CFD sono degli strumenti finanziari che sono stati divulgati intorno alla fine degli anni 90. Questi strumenti finanziari possono essere utilizzati su molti mercati, come le materie Prime, gli Indici, le Criptovalute ecc. La sigla CFD sta per Contratto per Differenza, sono dei contratti che vengono stipulati tra il broker e il trader.

I vantaggi dei CFD

Molti di voi avranno sentito parlare dei vantaggi dei CFD, ora vi spiegheremo quali sono. Questo strumento finanziario ha molti vantaggi ecco perché è cosi utilizzato da chi fa trading online, innanzitutto c’è da dire che utilizzando i CFD è possibile fare trading anche con pochi Euro, dato che questo strumento si avvale della leva finanziaria, inoltre tramite i CFD il trader non andrà ad acquistare, ad esempio le azioni Amazon ma potrà negoziare sul prezzo del titolo. Questo vuol dire che, sia se il prezzo delle azioni Amazon salgano o scendano tramite i CFD si potrà comunque guadagnare.

I CFD presentano numerosi vantaggi sia burocratici che in termini di velocità.

Come utilizzare i CFD

Per utilizzare i CFD bisogna iscriversi in una piattaforma broker dove poter iniziare le contrattazioni tramite il broker scelto. Come abbiamo già detto i CFD si avvalgono della leva finanziaria, ovvero la leva finanziaria è un prestito che il broker da al trader, facendogli fare un investimento maggiore. Ora vi facciamo un semplice esempio di leva finanziaria in modo tale da avere più chiaro questo concetto.

Cos’è la leva Finanziaria

Per capire meglio casa sia la leva finanziaria vi facciamo un esempio,  poniamo che il trader Marco voglia fare delle contrattazioni sulle materie prime, in questo caso sull’Oro. Marco utilizzando i CFD si avvale della leva finanziaria.

Se la leva finanziaria sull’Oro è di 1:20 Marco andrebbe a depositare 50 euro ma negozierebbe per 1000.

Il trading CFD sui vari mercati

Con i CFD come abbiamo già anticipato è possibile fare trading su molti mercati. Poniamo l’esempio delle criptovalute, come il Bitcoin. Dato che con i CFD si può negoziare sia al rialzo che al ribasso, si può operare in previsione dei rialzi o ribassi del Bitcoin e guadagnare in entrambi i casi.

Il trading CFD sulle materie prime, i CFD nacquero all’inizio per essere utilizzati proprio sulle materie prime, poi con il tempo vennero applicati anche ad altri mercati. Anche parlando di materie prime il trader si avvale di leve finanziarie molto buone, quando il trader si vuole accostare a questo tipo di mercato è opportuno che studi i fondamenti di analisi fondamentale.

Trading CFD sugli Indici, in questo caso il trader andrà a contrattare sui principali Indici di borsa dei mercati azionari, sempre tramite i CFD.

I CFD sono utilizzabili anche sulle opzioni e gli ETF.

Come funziona il trading CFD

Abbiamo visto quante opportunità ci sono utilizzando i CFD. Come dicevamo nella prima parte del articolo, il trading CFD avviene tra il broker e il trader, nei CFD non si hanno dei contratti standard, ma ogni società li può stipulare in modo autonomo, sempre però attenendosi a dei punti saldi. Un aspetto molto rilevante dei CFD è quello del margine.

Per essere precisi ci sono due tipi di margine: Il margine iniziale e il margine di mantenimento. Il primo è l’effettivo importo che l’utente andrà ad investire e invece il secondo è il margine che viene richiesto per mantenere la posizione aperta.

Per riassumere fare trading CFD è un’ottima opportunità a patto che si faccia con cautela e serietà, molti broker offrono la possibilità di iscriversi ad un conto demo. Il conto demo è un conto prova, in forma simulata dove fare pratica e assimilare le tecniche del trading online.