Eventuale chiusura stabilimenti Samsung in Cina

Secondo il quotidiano sudcoreano Electronic Times, in questi giorni la multinazionale Samsung stà vagliando la possibilità di chiudere uno degli stabilimenti per la produzione di telefoni cellulari presenti in Cina a causa del calo delle vendite e dell’aumento del costo del lavoro.

Uno dei più grandi produttori di smartphone nel mondo stà combattendo con la forte concorrenza dei rivali cinesi, la società ha dichiarato a Routers che per ora non è stato deciso nulla riguardo al destino della Tianjin Samsung Telecom Technology che si trova nel nord della Cina, oltre questa, la Samsung possiede un’altra fabbrica a Huizhou.

Crisi della lira turca

A nulla sono valse le rassicurazioni che arrivano dalle autorità turche compresa la liquidità immessa sul mercato da parte della Banca Centrale al sistema finanziario del paese, il tutto non è riuscito a frenare il “sell” sulla lira turca.
Oggi la moneta turca ha aperto in calo con il cambio USD/TRY che supera la soglia di pericolo individuata a quota 6 da Goldman Sachs.

Ad inizio seduta lo scivolone al ribasso aveva raggiunto la quota record del 7,43, oltre la soglia del 7,2 focalizzata da Goldman Sachs, limite oltre il quale si sarebbe verificata l’erosione dei capitali delle banche turche.