Quali sono le strategie più efficaci per il trading online?

Utilizzare delle strategie per investire nel trading online è un passaggio fondamentale per poter ottenere un profitto considerevole.

Sono molti i broker che propongono strategie utili per iniziare a guadagnare, in particolare prestano attenzione ad un indicatore specifico, l’indicatore ADX.

L’indicatore è molto utile e viene considerato uno dei migliori per attuare una strategia di Trading online.

ADX da “Average Directional Index”, è un indicatore che deve essere utilizzato contemporaneamente con le altre strategie di trading.

L’indicatore ADX è un ottimo strumento per monitorare l’andamento e il trend della forza complessiva di qualsiasi attività di trading svolta.

Di conseguenza è essenziale capire e seguire il trend.

Per fare ciò bisogna conoscere molto bene gli strumenti tecnici, come gli indicatori appunto, alla base per poter interpretare in modo corretto l’orientamento dei mercati.

È possibile utilizzarlo con tutti gli asset, quindi valute, materie prime; indici e azioni.

Come è composto l’indicare ADX

L’indicatore ADX è visualizzabile su un semplice grafico su valori compresi tra lo 0 e il 100, in cui ci sono 3 curve specifiche:

  • Una curva di colore verde, che indica il Directional Indicator Positivo (+DI), ovvero l’intensità del movimento rialzista;
  • Una curva di colore rosso, che indica il Directional Indicator Negativo (-DI), che evidenzia la forza dell’andamento ribassista;
  • Un’ultima curva, di colore nero, che è la risultante delle altre due ed è l’indicatore ADX.

Quali sono i segnali dell’Indicatore ADX

Anche in questo caso, i segnali prodotti dall’indicatore ADX sono essenzialmente 3, di cui, 2 indicano il tipo di tendenza che si incontra, ribassista o rialzista e il terzo segnale indica la forza della tendenza.

Ma analizziamoli nel dettaglio:

  1. Il segnale rialzista: In poche parole si ottiene un segnale rialzista, esclusivamente quando l’indicatore ADX si trova sopra quota 25, di conseguenza avremo un +DI che supera il -DI con un andamento dal basso verso l’alto.
  2. Il segnale ribassista: In poche parole si ottiene invece un segnale ribassista quando l’indicatore ADX supera quota 25 ma viceversa il -DI supera, dall’alto verso il basso, il +DI.

Ma come interpretare il terzo segnale?

Bisogna dire che l’indicatore ADX non serve a misurare la direzione del trend ma solamente la sua forza.
Detto questo, quando l’indicatore si muove sopra il valore di 40, vuol dire che l’andamento viene definito super-trend; Al contrario, quando scende al di sotto del livello 20 vuol dire che sta perdendo la sua forza. Quando invece ci si trova a cavallo di questa fascia, possiamo distinguere i valori oscillanti tra 16 e 25 e questa fase viene indicata come range, mentre quando si trova a cavallo tra 10 e 15 avremo una situazione detta flat.

Come operare con l’indicatore ADX?

Per quanto riguarda l’asset delle coppie di valute, l’indicatore ADX meglio si adatta a quelle molto volatili.

È consigliabile, quindi, optare per le valute come:

  • EUR/USD;
  • AUD/USD;
  • GBP/USD.

Consigliamo, inoltre, per una maggiore performance, di impostare un timeframe di 1 ora.

Ma qual è il motivo di questa scelta? Questo è un valido aiuto per eliminare parecchio i falsi segnali e sfruttare, di conseguenza, il segnale di entrata nel mercato dell’oscillatore.

Comunque, in generale, i timeframe più comuni, per questo tipo di indicatore, sono:

  • 30 minuti;
  • 60 minuti;
  • 24 Ore;

Una volta impostato il timeframe, bisogna attendere il segnale di trading.

Si potrà ricevere i seguenti segnali:

Nel momento in cui l’indicatore ADX è compreso tra quota 25 ed il +DI supera, dal basso verso l’alto il -DI, avremo un segnale di acquisto Call;

Nel momento in cui l’indicatore ADX si trova sopra quota 25 ed il -DI supera, dall’alto verso il basso, il +DI, avremo un segnale di acquisto Put.

È importante tenere sempre in considerazione quanti soldi si intende investire nel trading online. Ricordiamo anche in questo caso che è sempre consigliabile un investimento non superiore al 5% del capitale investito e nel medio-lungo termine è necessario preservare il proprio capitale.

In conclusione

Concludendo, è importante affermare che i calcoli derivanti dall’indicatore ADX sono molto complessi, poiché l’interpretazione e la pianificazione di una strategia richiede anche tempo ed esperienza. Ribadiamo ancora il concetto che, anche se l’indicatore ADX possiede molteplici qualità, per esprimersi al meglio deve essere utilizzato in contemporanea con altri strumenti tecnici.

Inoltre, testare sempre prima qualsiasi strategia e indicatore in modalità demo. Solo così possiamo imparare meglio a utilizzare i segnali attendibili dell’indicatore ADX.